Mi chiamo Patrizio Cossa.
Ma tutti mi chiamano Papo.
4 lettere.
2 sono uguali.
Così è decisamente più facile da ricordare.
Se me lo chiedono, dico di essere un improvvisatore teatrale.
Se non sai cosa sia l’improvvisazione teatrale non preoccuparti, dopo 15 anni non lo sa neanche bene mia madre.
Ma se vuoi scoprire qualcosa, guardati questi video.

Quando invece mi chiedono: si ma a parte questo, cosa fai nella vita.
Gli dico che sono il presidente del Centro Sperimentale di Improvvisazione e Teatro di Roma, che detta così fa molto fico.
E se ancora non gli basta, gli butto in mezzo il fatto che sono un formatore aziendale, ho lavorato con tante grandi aziende per inserire l’improvvisazione nei gruppi di lavoro, per fargli capire come poter gestire un problema e come placare l’ansia dell’imprevisto.
Appunto dell’improvvisato.

Sono un imprevisto, questo mi piace.
Molto meglio delle probabilità.
E in quanto imprevisto, faccio cose molto diverse tra loro.
Per esempio sono un autore.
Ma come? Improvvisazione non è senza testo?
Te l’ho detto, sono un imprevisto.

Scrivo per web serie, per programmi tv, per il teatro, per spot pubblicitari, per corti cinematografici.
Ho anche un blog dove scrivo per i neo papà, rientrando io in questa categoria.

Che altro?
Sono uno chef, leggo tanto, studio di tutto, lavoro in una compagnia che fa un musical completamente improvvisato, in un’altra faccio cene con delitto, amo la pizza e odio il calcio.
Direi che ora ne sai più dei miei genitori.

Non ti basta? Guarda qui.